Caricamento immagini....

Dal 25 al 27 settembre si è tenuto  l’82° congresso internazionale della Dante Alighieri presso il Museo Diocesano di Milano e presso il padiglione Italia di EXPO 2015. Durante il congresso internazionale tenutosi sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica con la partecipazione emozionante dello stesso Capo dello Stato e di massimi esponenti della cultura e della politica italiana, sono stati trattati argomenti di enorme importanza sull’alimentazione sul pianeta, sulla diffusione della lingua italiana nell’arte, sullo stile e sul designer, sul cibo e sulla musica e su tutto ciò che è patrimonio italiano. E’ stato risvegliato in tutti noi quel sentimenti  di italianità, rendendoci più orgogliosi di essere italiani.

Allo stesso tempo abbiamo avuto luogo di capire l’enorme meccanismo che è stato attivato per la buona riuscita dell’EXPO che ha come obiettivo: nutrire il pianeta, energia per la vita. In un momento in cui tutti i telegiornali e trasmissioni televisive parlano di un mondo martoriato da odi, inimicizie, razzismo, intolleranze, e parlano altresì di divisioni, di innalzamenti di muri, di reticolati, di colonne infinite di profughi che cercano luoghi di pace e di sicurezza per i propri figli, di inquinamento, di impoverimento e tanto altro, ad un tratto in una piccolissima parte del pianeta Terra “EXPO di Milano” si coglie e si assiste ad una atmosfera diversa.

Nello spazio di pochi chilometri sono raccolti quasi tutti i paesi del mondo che espongono i loro prodotti con la voglia di farli conoscere e di divulgare tutto ciò che possiedono come i colori della propria terra, le coltivazioni e i frutti che producono: è un gioco di bandiere e di suoni che fanno rivivere atmosfere di paesi lontani e pur sentiti e visti tanto vicini.

Ti prende l’anima la cordialità, i suoni gioiosi, i colori esotici di luci, il senso di pace che si respira fra i vari popoli che attualmente sono in guerra (Israele vicino ai Paesi Arabi, Iran, Libano) ti sembra di essere ad un tratto al centro di una magia eppure è la realtà. Noi questa magia l’abbiamo toccata con mano in poche ore, abbiamo gustato alcuni cibi (tutti era impossibile), che hanno lasciato un buon gusto in bocca, il gusto del saper vivere in armonia. Abbiamo constatato come tutti i popoli sanno convivere insieme dando ognuno il meglio di se stesso. E’ stata una festa globale in un mondo meraviglioso, dove non trova luogo né l’arroganza, né la frettolosità e nonostante le lunghe code d’attesa e il tuo pensiero si annulla in un Nirvana fatto di curiosità, di finestre aperte sul mondo, di emozioni eufoniche.

Quel mondo meraviglioso siamo tutti noi, tutti noi Alice nel paese delle meraviglie, tutti noi capaci di creare e di produrre cose inimmaginabili (albero della vita). Di tutte queste meraviglie l’Italia è al centro facendo la sua parte, distinguendosi per la sua capacità, eleganza, intelligenza. E’ riuscita a mettere in moto una macchina di solidarietà, di umanità, di intraprendenza che sono certa che non si fermerà più.

 

                                                                             Velia Zappalà

 

 

I commenti sono chiusi.

Get Adobe Flash playerhttp://www.e-pork.com
 gennaio 2021
LMMMVDD
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Link utili

Archivi

Chi c'é online

0 visitatori online

Visitatori