Musica e Parole

Sabato 5 e Domenica 6 Aprile è stato un fine settimana all'insegna della cultura,organizzato dal Comitato di Siracusa della Società Dante Alighieri presieduto dalla prof.ssa Gioia Pace. Si è svolto infatti il Convegno “Musica e Parole” presso l'Idroscalo dell'Aeronautica Militare di via Elorina che, come ha sottolineato il Comandante Paolo Tredici sempre disponibile ad accogliere e favorire iniziative di carattere culturale, apre volentieri i suoi spazi alle associazioni che operano in favore di un arricchimento dei valori sociali e culturali della città tutta, come fa da anni il Comitato siracusano della Dante. La due giorni di “Musica e Parole” è stata anche l'occasione per allestire insieme alla Società degli Editori Siciliani una interessante fiera del libro, a cui hanno partecipato ben ventidue case editrici siciliane. E' stato molto bello assistere allo spettacolo,in verità poco usuale nella nostra città, dei giovani che si aggiravano incuriositi fra gli stand, aprendo i libri, toccandoli, quasi annusandoli, per avere anche la possibilità di interloquire con i diversi autori che si sono alternati nei pomeriggi del sabato e della domenica a presentare le loro opere. Ma il momento culminante, sia per i ragazzi che per i soci più adulti, è stato quello in cui il regista Lamberto Lambertini, appositamente invitato ed ospitato dal Comitato della Dante, ha presentato il suo originale “Viaggio in Italia con Dante”. Il regista Lambertini,in sintonia con i vertici nazionali della Società “Dante Alighieri” ha in corso di realizzazione (ha già completato l'Inferno e il Purgatorio) un suggestivo progetto che ripercorre in modo originale il viaggio del Sommo Poeta nei tre regni, in cui la recitazione dei canti della Divina Commedia è accompagnata dalle immagini contemporanee del nostro paese che più ne mettono in evidenza la storia, il lavoro, l'arte e la bellezza. Lambertini, nuovo pellegrino,sa riscoprire e presentare ai nostri occhi luoghi e cose del nostro presente che, apparentemente lontani dal mondo di Dante, sono tuttavia in grado di evocarne il significato più profondo. Soprattutto i giovani hanno dimostrato di essere capaci di cogliere il messaggio del “Viaggio con Dante”di Lambertini e di emozionarsi nella riscoperta dei valori della nostra memoria e della nostra identità nazionale attraverso l'attualità del poema dantesco. Se Lambertini ha dato voce al senso più alto della parola poetica, il naturale correlativo di essa è la musica. Ad essa hanno dato espressione nella serata di Sabato il coro di “Musicantiqua” diretto dal M. Andrea Schiavo con un concerto vocale di musiche del XV e XVI sec., mentre la sera della domenica si sono esibiti in un concerto da Rossini a Piazzolla i quattro giovani e bravissimi sassofonisti del “Quartetto sax Megara”. Ad unire musica e parole in un originale ed inedito incontro a tre voci, che ha coinvolto ed emozionato il pubblico presente, hanno provveduto l'avvocato Ettore Randazzo, l'avvocato Valerio Vancheri ed il musicologo dott. Raffaele Schiavo che, conversando su “Il suono dell'Universo” hanno colto il senso più profondo del suono, sia parola che ci fa comunicare, sia ritmo che ci fa cogliere la voce del mondo intorno a noi e dentro di noi.

Antonella Magliocco Iapichino